Golfo di Napoli - Pompeii Hotel Grillo Verde
Napoli - Hotel Pompei Grillo Verde
Visualizza un itinerario

Luoghi da visitare - Hotel Pompei Grillo Verde

Napoli, capoluogo della provincia omonima e della regione Campania, è una città di circa un milione di abitanti e 4.400.000 persone nell'area metropolitana (comprendente anche zone della provincia di Caserta, Avellino e Salerno). Napoli, la terza città d'Italia per numero di abitanti, è il più grosso agglomerato urbano del paese dopo quello di Milano ed è settima nella classifica delle aree urbane più popolose d'Europa. È da notare inoltre che a Napoli risiede un quinto dell'intera popolazione regionale e nella sua provincia oltre la metà di essa.

La "maliosa città", secondo le parole di Vittorio De Sica nel film del 1954 "La baia di Napoli", è considerata da molti una delle più belle città d'Italia, situata sul golfo di Napoli, tra il Vesuvio e l'area vulcanica dei Campi Flegrei. Il suo centro storico, di particolare importanza storica ed architettonica, è meta del turismo nazionale ed internazionale, ed è uno dei siti che l'UNESCO ha dichiarato patrimonio dell'umanità.

Napoli è particolarmente nota per i suoi castelli: il Castel dell'Ovo che è parte integrante del notissimo panorama del Golfo; il Castel Capuano fatto edificare da Guglielmo I il Malo, al termine del Decumano maggiore; il Maschio Angioino o Castel Nuovo che domina il Largo del Castello e la piazza Municipio; il Castel Sant'Elmo che sovrasta la città dall'alto della collina del Vomero, insieme alla Certosa di San Martino. Guardando la città dall'alto la prima cosa che attira l'osservatore è l'enorme numero di cupole e croci che contraddistinugono le molteplici chiese.

Napoli nel '700 veniva soprannominata "la città dalle 500 cupole"; tutt'oggi risulta che la città partenopea abbia il più alto numero di edifici religiosi al mondo. Tra i principali spicca il monastero di Santa Chiara, nel cuore del centro storico della città, edificato tra il 1310 e il 1340 per volere di Roberto d'Angiò. All'originale pianta gotica seguì una ristrutturazione barocca nel Seicento, finché nel 1943 non venne quasi interamente distrutta dai massicci bombardamenti degli Alleati e completamente restaurata nella sua originale forma gotica. L'interno, che colpisce per la vastità e la semplicità, ospita la tomba del re Roberto dietro l'altare maggiore e tra i sepolcri delle cappelle vi è quello della regina Maria Cristina di Savoia e dell'eroe nazionale Salvo d'Acquisto. Di qualità artistica notevole è il chiostro maiolicato delle Clarisse, un giardino delimitato da un chiostro rivestito di mattonelle in maiolica policroma del Settecento. La Chiesa del Gesù Nuovo (così chiamata per distinguerla dalla chiesa del Gesù Vecchio) è sita nella piazza omonima, nei pressi di Santa Chiara. Inaugurata nel 1597, fu voluta dai gesuiti ed edificata sul sito dove già si trovava il palazzo Sanseverino del principe di Salerno.

In puro stile barocco, l'interno è riccamente decorato con stucchi in oro, statue ed affreschi (la maggior parte dei quali di Belisario Corenzio); vi si onorano numerosi santi, tra cui Ignazio di Loyola e Giuseppe Moscati. La facciata, appartenente al palazzo preesistente, è in piperno, con bugne a diamante e precede di un trentennio circa la similare del ferrarese Palazzo dei Diamanti. Il Duomo assume un'importanza centrale sul piano storico. Sul suo sito esisteva probabilmente un tempio ad Apollo, e la prima cattedrale fu fatta edificare da Costantino nel IV secolo.

Il Duomo vero e proprio fu costruito sotto gli Angiò, ma rimaneggiato continuamente nei secoli al punto da essere un insieme di vari stili: facciata pseudo neogotica costruita nell'Ottocento, portali in gotico fiorito, interni in buona parte barocchi: in particolare in puro barocco napoletano è la Cappella del Tesoro. Fulcro della chiesa, la Cappella ospita la statua bronzea di San Gennaro e 51 statue d'argento dei "compatroni". Il tesoro è formato da varie donazioni di sovrani e ricchi devoti, tra cui spicca la mitra d'argento di Matteo Treglia arricchita di pietre preziose. Nella Cappella è anche custodito il cranio del santo e soprattutto l'ampolla che racchiude il suo sangue, oggetto del "miracolo" più celebre del mondo, quello della liquefazione.

Panorama del Golfo - Hotel Pompei Grillo Verde

 

Galleria Umberto I - Hotel Pompei Grillo Verde

 

Hotel Pompei Grillo Verde - Museo Nazionale

Panorama del golfo   La Galleria Umberto I   Museo Nazionale
         

Hotel Pompei Grillo Verde - Palazzo Reale

 

Pompei Hotel Grillo Verde - Maschio Angioino

 

Hotel Grillo Verde - Piazza del Plebiscito

Palazzo Reale   Il Maschio Agioino   Piazza Plebiscito



 
Piazza Imbriani, 19 80058 Torre Annunziata (NA)Tel. (+39) 081.8611290 Fax. (+39) 081.8611019 hgv@hotelgrilloverde.it

home - hotelofferte - hotel ristorante - servizi - come arrivare - contatti - prenotazione - itinerari - Pompei - Blog - Pompei Hotel UrlList

prenotazione albergo Pompei - SITEMAP: HOTEL POMPEI GRILLO VERDE